condividi


Ambrosia

 
L'ambrosia (Ambrosia artemisiifolia L.) è una pianta annuale originaria del continente americano, ormai diffusa ampiamente nell'Italia settentrionale, nociva per la salute dell'uomo, per l'agricoltura e per l'ambiente. E' una pianta infestante che si adatta con facilità a diverse situazioni ambientali ed essendo molto competitiva riesce a formare popolamenti molto estesi in aree incolte e aride: uno dei fattori che hanno contribuito alla sua massiccia diffusione è sicuramente l'incuria in cui vengono lasciati molti terreni. Inoltre, è caratterizzata dalla capacità di produrre grandi quantità di polline in grado di provocare forti allergie, con significative ricadute sulla qualità della vita delle persone.


L'ambrosia predilige le zone a climi caldo-temperati e in queste zone colonizza tutti i luoghi sottoposti all'azione dell'uomo, sia su terreni fertili che sassosi o addirittura selciati o pavimentati; più in generale si può trovare in tutte le zone incolte e semi abbandonate tra 0 e 500 metri s.l.m. Bordi di strade, materiale di riporto nei cantieri aperti da lungo tempo, massicciate ferroviarie, argini e campi sono perciò ambienti ottimali per il suo sviluppo.
La pianta adulta ha altezza di 20 - 90 cm, ma può raggiungere i 2 metri. Presenta un fusto eretto, più o meno peloso, di colore rosso nella forma adulta, molto ramificato superiormente. Le foglie, lunghe da 3 a 10 cm, sono opposte e alternate, molto frastagliate e pelose, assai simili a quelle dell'artemisia con la quale è possibile confonderla: si distingue dall'artemisia perché questa ultima ha il fusto meno ramificato e foglie più chiare nella pagina inferiore. Caratteristica comune a tutte le ambrosie è la presenza di minuscoli fiori giallastri riuniti in piccoli capolini che sono addensati in spighe (racemi) lunghe 8 - 15 cm, poste in cima agli steli. Le infiorescenze producono grandi quantità di polline, che si diffonde trasportato dal vento. Il frutto, chiamato aschenio, è fusiforme, di piccole dimensioni circa 2-3 mm. e viene prodotto in grande quantità. La disseminazione avviene per mezzo del vento, dell'acqua, degli animali e dell'uomo stesso (tramite sementi e soprattutto mediante i pneumatici dei veicoli).
 

Ambrosia artemisiifoliaAmbrosia artemisiifolia - particolare foglia
 
 

 
L'ambrosia è una pianta altamente allergenica che comporta, nei soggetti sensibilizzati, riniti e gravi crisi asmatiche. La fioritura è tardiva, ed avviene tra fine agosto e metà settembre, ma può protrarsi fino al mese di ottobre, prolungando nei soggetti sensibili le manifestazioni allergiche respiratorie stagionali dovute ad altri allergeni.
Per questo motivo il Comune ha disposto l'esecuzione di interventi periodici di pulizia e sfalcio nelle aree pubbliche. Tuttavia, affinché tale azione risulti davvero efficace, è necessario che lo stesso tipo di manutenzione venga eseguito anche in tutti gli spazi aperti di proprietà privata. Da qui l'appello alla collaborazione che l'Amministrazione comunale rivolge a tutti i cittadini.
 

Ambrosia artemisiifolia
Ambrosia artemisiifolia
 

In particolare, con l'ordinanza sindacale n. 86 del 11 maggio 2018  sono stati disposti alcuni provvedimenti contro la diffusione e proliferazione della pianta ambrosia:

i proprietari e i conduttori di terreni incolti o coltivati, i proprietari di aree agricole, aree verdi e aree industriali dismesse, gli amministratori di condominio, i conduttori di cantieri edili e di infrastrutture viarie, devono far eseguire almeno due sfalci sulle aree di loro pertinenza, sedondo un calendario definito nell'ordinanza.

Inoltre, tutti i cittadini sono invitati a collaborare, eseguendo nei mesi estivi una periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba infestante presente negli spazi aperti (giardini, cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di propria pertinenza.

Chiunque non ottemperi alle disposizioni dell'ordinanza, sarà punibile con una sanzione amministrativa: 
-  da €  50,00  a € 200,00 per un'area fino a 2000 m2
-  da € 200,00 a € 500,00 per un'area oltre i 2000 m2.




 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO