condividi

La matematica e l'astrattismo

Particolare della vetrata dedicata alla matematica, rappresenta dei numeri

Proseguendo in senso orario troviamo l'ultima vetrata dedicata al matematico e filosofo Gabrio Piola (1794 - 1850). Nato da una nobile famiglia giussanese, divise la sua vita fra Giussano e Milano; dopo il diploma liceale decise di intraprendere gli studi universitari e scelse l'indirizzo di matematica e fisica laureandosi presso l'Università di Pavia. Ha dato un grosso contributo alla teoria della "elasticità dei corpi solidi", studio del comportamento dei corpi sotto l'azione di forze, con la scoperta del "Tensore Simmetrico" o lagrangiano di tensione; scrisse anche diversi trattati sull'analisi matematica e di fisica matematica.
Il Tenca lo definisce "...uomo buono, di animo squisito e semplice, modesto nei modi..."
Don Vitaliano Rossi, storico e sovrintendente dei beni archeologici, descrive accuratamente la casa dei Piola, la cappella, il giardino esistenti fino a pochi decenni fa in città, celebrati anche in poesie dialettali dal concittadino Sergio Guigard.
Milano gli ha dedicato una piazza e una statua nel cortile di Brera.
La tomba di famiglia è nel cimitero di Giussano, mentre tutta la Sua documentazione è stata regalata al comune di Milano dalla moglie Luigia Petazzi.
Nella sala consiliare il famoso matematico è rappresentato sul lato destro della vetrata: qui il Maestro Sassu ha recuperato la sua grande passione futurista giovanile per esprimere il pensiero, la cultura e la mente matematica dell'illustre personaggio. Giocando con i numeri ha creato combinazioni spaziali infinite: inizialmente le entità numeriche sono riconoscibili, pur intersecandosi l'una nell'altra in una genesi continua di colori e di forme, poi lentamente le forme si fanno illeggibili e seguono il linguaggio dell'astrattismo. Sassu ha "colorato" la matematica rendendo viva una disciplina astratta e teorica ed ha moltiplicato gli incastri fra i diversi numeri quasi a rivelare le infinite combinazioni numeriche e l'infinita potenzialità creativa della mente umana. La scienza matematica dello scienziato giussanese viene espressa con numeri in movimento che si intrecciano ed intersecano l'uno sull'altro creando un moto continuo e perpetuo per poi sfaldarsi lentamente in una infinita gamma di colori e di luci.

 
 
veduta della vetrata nella sua interezza
Vetrata dedicata alla matematica e all'astrattismo
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO