1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
condividi

Contenuto della pagina

Provvedimenti contro la diffusione e la proliferazione della pianta ambrosia


Foto di una pianta di ambrosia

Con ordinanza sindacale n. 78 del 18/05/2022 sono stati disposti per l'anno in corso provvedimenti contro la diffusione e la proliferazione della pianta ambrosia.

In particolare è data indicazione ai proprietari e/o conduttori pubblici e privati di terreni incolti o coltivati (anche quelli sottostanti i piloni dell’alta tensione), ai proprietari di aree agricole, aree verdi e di aree industriali dismesse, agli amministratori di condominio, ai conduttori di cantieri edili e di infrastrutture viarie:

1. di vigilare, ciascuno per le rispettive competenze, sull'eventuale presenza di Ambrosia nelle aree di loro pertinenza;
2. di eseguire periodici interventi di manutenzione e pulizia nel rispetto delle indicazioni contenute nell’Allegato tecnico 2022 della nota “Prevenzione delle allergopatie da Ambrosia in Lombardia” della Direzione Generale Welfare - Prevenzione di Regione Lombardia;
3. di effettuare gli sfalci prima della maturazione delle infiorescenze (abbozzi di infiorescenza 1-2 cm) e assolutamente prima dell’emissione di polline. Pertanto si dovrà intervenire su piante alte mediamente 30 cm, con un’altezza di taglio più bassa possibile. Gli sfalci dovranno essere eseguiti nei seguenti periodi:
- I° sfalcio ultima settimana di luglio;
- II° sfalcio tra la fine della seconda decade e l’inizio della terza decade di agosto;
4. di utilizzare, in alternativa agli sfalci e quando opportuno, gli altri metodi di contenimento dell’Ambrosia indicati nell’Allegato Tecnico 2022 di cui sopra, secondo le seguenti specifiche:
- in ambito agricolo: inerbimento permanente, trinciatura, diserbo, aratura e discatura;
- in ambito urbano: inerbimento permanente, trinciatura, diserbo, pacciamatura e estirpazione;
5. di concedere, per il solo ambito agricolo, la possibilità di eseguire un solo intervento da effettuarsi nella prima metà di agosto, basandosi su un’attenta osservazione delle condizioni in campo e intervenendo sempre prima della fioritura. In caso di ravvisata necessità e se la stagione climatica dovesse favorire un eccessivo ricaccio con fioritura, è consigliato un ulteriore intervento all’inizio di settembre;

Tutta la cittadinanza è inoltre invitata a:

1. seguire una periodica e accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di propria pertinenza;
2. curare i propri terreni provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese, trifoglio, ecc., che agendo come antagonisti, impediscono lo sviluppo dell’Ambrosia artemisiifolia.

 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO