condividi

“GIUSSANO RIPARTE”

 
il Sindaco Marco Citterio

OLTRE 1 MILIONE DI EURO PER LA RIPRESA ECONOMICA E SOCIALE DEL TERRITORIO

“Sono felice di comunicarvi, come primo cittadino, che l’Amministrazione comunale ha appena approvato una serie di misure a sostegno del tessuto economico e sociale della nostra città, considerata la crisi economica che a causa della pandemia, da più di un anno, sta minando la serenità degli operatori economici, degli operatori sportivi e di tutti i cittadini. Abbiamo liberato più di un milione di euro dal nostro bilancio a favore della ripresa economica e di un ritorno alla normalità. Lavorando alacremente con gli uffici comunali perché questi fondi siano utilizzabili il prima possibile e con procedure semplici, crediamo di aver dato una spinta concreta per ritornare alla vita di sempre. Nella convinzione che restituire qualcosa di concreto sia il volano ideale per avanzare con fiducia verso il domani.”
 
Tra le misure approvate, segnalo:
€ 100.000, in favore delle società sportive, associazioni sportive e operatori sportivi che hanno sede operativa sul territorio comunale;

€ 370.000 a favore delle imprese del commercio al dettaglio su aree private, dell’artigianato di servizio e dei pubblici esercizi di somministrazione, che abbiano subito chiusure o limitazioni a seguito di disposizioni governative o regionali, a sostegno dei costi fissi di gestione (incluse le spese per affitto dell’immobile sede dell’attività);

€ 30.000 a favore dei titolari di attività di commercio su aree pubbliche, con sede legale in Giussano, che abbiano subito una chiusura o limitazione della propria attività a seguito di disposizioni governative o regionali;

- € 240.000 a favore di persone fisiche residenti possessori di un immobile di cui alla categoria catastale A (escluse A1/A8/A9 E A/10) oltre all’abitazione principale, purché l’immobile non sia locato;

€ 280.000, che sarà oggetto di deliberazione da parte del Consiglio comunale, per la concessione ai contribuenti TARI di un’agevolazione consistente nella riduzione del 50% della parte variabile della tariffa applicabile alle utenze non domestiche, ad esclusione delle attività di vendita di prodotti alimentari;

contributi alle famiglie per la restituzione di rette relative a servizi scolastici non resi a causa della chiusura delle scuole intervenuta a seguito di ordinanze regionali o DPCM (trasporto scolastico e servizi di pre e post scuola);
 
A breve saranno approvati e pubblicati sul sito del Comune i bandi contenenti i requisiti specifici per ogni singola categoria.
 
Qualora le conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria dovessero perdurare, valuteremo la possibilità di attuare ulteriori forme di sostegno in favore della cittadinanza, intervenendo anche eventualmente nel 2022, con una riduzione della pressione fiscale.
 
Marco Citterio, Sindaco
 
 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO